Recensione: Signori e Mercenari

15.6.14 0 Commenti A+ a-

Spesse volte mi trovo nella piccola libreria di stazione Lambrate, a Milano. Ci finisco perché il mio treno è sempre in ritardo - e puntualmente spendo gli ultimi spiccioli del portafoglio in libri, preferendo affrontare la calura estiva o il rigido freddo invernale scansando le bevande portatrici di ristoro presenti nei bar.

Fu così che questo piccolo libro mi finì tra le mani.

Sono un autodidatta in Storia: nessuno mi indica la via da seguire nelle ricerche, così tento di imparare dagli autori di libri, considerati prestigiosi, che di volta in volta riesco a recuperare.

Di questo testo potrei dire molte cose, da quanto mi sia piaciuto leggerlo a quante informazioni preziosissime contiene - senza menzionare la nutritissima sezione bibliografica, dalla quale è possibile estrarre una buona serie di testi per seguire un proprio percorso di ricerca - ma non sarebbe efficace. Oggi dopo pranzo mi è ricapitato fra le mani, come spesso accade da tanti giorni a questa parte e non riesco a trattenermi dall'impulso di rileggerlo (cosa strana per me, che di norma leggo un libro d'un fiato per poi non riprenderlo se non mesi più tardi) e, improvvisamente, mi ricordo di non averne ancora parlato.

Questa è la quinta "recensione" delle mie e più vado avanti a scriverle, più mi accorgo che il mio vero intento non è tanto spiegare cosa ci sia di bello o meno nel testo, piuttosto lasciare delle briciole per chi, come me, si appresta allo studio senza una guida.

Senza ombra di dubbio, questa briciola deve essere letta da chiunque si occupi di ricostruire lo scenario militare italiano, ad esempio subito dopo aver finito i relativi antipasti pubblicati da Osprey.

Signori e Mercenari mi ha fatto crescere moltissimo dal punto di vista culturale e accademico, insegnandomi ancora un paio di buone pratiche nello svolgimento di una ricerca degna del nome.

edit (2015): M. Mallett è, a livello mondiale, uno dei maggiori conoscitori delle vicende guerresche italiane della fine del Medioevo. Ai suoi testi si ispirano moltissime ricerche e questo è forse uno dei più citati degli ultimi anni. Apprezzabilissima anche l'appendice finale coi suoi diversi indici.

Questo è un testo che ogni appassionato di rievocazione italiana militare del XV secolo deve avere letto.

Informazioni
titolo Signori e mercenari, la guerra nell'Italia del Rinascimento
autore Michael Mallett
edizioni il Mulino
anno 2013 (prima ed. 1974)
pagine 296
costo 13.00€ (brossura)
ISBN 978-88-15-24745-2